HOME PAGE‎ > ‎RUBRICHE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di bilancio (ex stabilità) 2017

pubblicato 06 gen 2017, 07:24 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 06 gen 2017, 07:28 ]
E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21.12.2016 la legge 11 dicembre 2016 n. 232, rubricata come "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019" che, a differenza del passato (quando veniva emanata una legge autonoma) 
ricomprende anche la ex legge di stabilità.

Il provvedimento si articola sostanzialmente in due parti, la prima che svolge le medesime funzioni dell'ex disegno di legge di stabilità e la seconda che contiene la legge di bilancio vera e propria.

Rimandando ad una più approfondita lettura della norma riportiamo di seguito alcune delle novità più rilevanti.

- viene dato avvio al c.d. piano "Casa Italia" che prevede una serie di interventi di messa in sicurezza delle abitazioni, riqualificazione delle periferie e di prevenzione al dissesto idrogeologico;
- viene prorogato  per un ulteriore anno l'incentivo del 50% sulle ristrutturazioni e di cinque anni quello del 65% (c.d. ecobonus per la riqualificazione energetica degli edifici)
- viene abolita Equitalia e le relative competenze vengono trasferite all'Agenzia delle Entrate
- viene istituito un fondo per il sostegno ai nuclei familiari;
- nasce l'APE e cioè la possibilità di ottenere un anticipo della pensione per chi ha versato 20 anni di contributi e voglia ritirarsi dal lavoro 3 anni prima del termine;
- il canone Rai viene ridotto, per l'anno 2017 a 90 euro;
- nasce l'esenzione dal pagamento per le tasse per gli studenti a basso reddito e vengono istituite nuove borse di studio per quelli più meritevoli;
- viene prorogato il sistema della c.d. "Voluntary disclosure" che consente di ottenere benefici per i soggetti che fanno emergere volontariamente l'esistenza di redditi o capitali non ancora tassati;
- introdotte modifiche alla legge fallimentare con possibilità di proporre per il debitore il pagamento parziale o rateale di crediti tributari, contributivi e Iva, in sede di concordato preventivo o accordo di ristrutturazione dei debiti;

Email Facebook Google+ Twitter