HOME PAGE‎ > ‎RUBRICHE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Processo civile telematico: nuove regole tecniche in Gazzetta Ufficiale

pubblicato 02 mag 2014, 11:27 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 03 mag 2014, 08:39 ]
Con la pubblicazione del relativo provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale del 3.04.2014 sono state aggiornate le regole tecniche del processo civile telematico che vanno a sostituire le regole originariamente previste dal provvedimento del 18.07.2011.

Rimandando a successivi approfondimenti la descrizione del provvedimento segnaliamo di seguito le novità principali.

- È stato aggiunto l’art. 9 bis relativo all’inserimento degli indirizzi PEC delle Pubbliche amministrazioni. In sostanza la PA che deve comunicare il proprio indirizzo per ricevere le comunicazioni di cancelleria può farlo inserendolo direttamente sul portale dei servizi telematici previa richiesta di apposite credenziali da parte del responsabile per i sistemi informativi automatizzati;

- è stato modificato l’art. 12, comma 2, con il quale è stato inserito il nuovo formato PADES-BES accanto al CADES-BES, già esistente per la firma dell’atto telematico. In sostanza, dunque, sarà possibile decidere quale formato (tra i due) utilizzare per la firma digitale, sebbene, così come previsto sia dalle vecchie che nuove regole tecniche il file datiatto.xml continuerà a dover essere sottoscritto con il formato CADES-BES;

- viene finalmente inserita la possibilità di depositare telematicamente i file con formato .eml e .msg (purchè contenenti i formati di file di cui è ammesso il deposito) e ciò consentirà, ad esempio, di allegare le ricevute comprovanti le notifiche eseguite dagli avvocati a mezzo pec;

- scompare, infine, la possibilità di depositare file di formato .odf.

Facebook Twitter More...