HOME PAGE‎ > ‎RUBRICHE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Nuovo regolamento UE per la disciplina delle successioni transnazionali

pubblicato 31/lug/2012 04:15 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 31/lug/2012 04:16 ]
Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 27 luglio 2012 è stato pubblicato il Regolamento del Parlamento e del Consiglio UE "relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni e all’accettazione e all’esecuzione degli atti pubblici in materia di successioni e alla creazione di un certificato successorio europeo."

Il provvedimento è finalizzato a fornire chiarimenti sulle questioni successorie relative alla legge applicabile in materia nei confronti di soggetti che risiedono in stati diversi da quello in cui si trova il defunto al momento dell'apertura della successione.

Il regolamento individua quale legge applicabile a tali successioni quella dello Stato della residenza abituale del defunto al momento della morte, pur lasciando salva la facoltà di scegliere la legge dello Stato di cui il de cuius ha la cittadinanza al momento della morte, oppure, nei casi di soggetti aventi più cittadinanze, la legge di uno qualsiasi degli Stati di cui ha la cittadinanza al momento della morte.

Altra importante novità è costituita dal "certificato successorio europeo", che potrà essere utilizzato da tutti coloro i quali debbano esercitare la loro qualità di eredi o legatari o i loro poteri di esecutori testamentari in altro Stato.

Il regolamento si applicherà con decorrenza 17 agosto 2015, ad eccezione degli articoli 77 e 78 (che riguardano gli obblighi degli Stati di mettere a disposizione dei cittadini tutte le informazioni relative alle proprie leggi che regolamentano la materia successoria) che, invece, entreranno in vigore, già dal 16 gennaio 2014.
Č
Ċ
Emilio Curci,
31/lug/2012 04:15
Comments