HOME PAGE‎ > ‎RUBRICHE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Legge di stabilità 2014: le novità in tema di spese di giustizia

pubblicato 07 gen 2014, 10:35 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 07 gen 2014, 10:37 ]
La legge di stabilità 2014  (la n. 147  pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 27.12.2013) ha previsto diverse novità in tema di spese di giustizia.

In particolare, al comma 598 vengono previste alcune esenzioni per coloro che accedono al fascicolo d'ufficio in via telematica stabilendo l'esenzione dal pagamento dei diritti di copia.

Comma 598
Al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002. n.115, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all'articolo 14, comma 3-bis, dopo la parola: “determinato” sono inserite le seguenti: “per ciascun atto impugnato anche in appello”;
b) all'articolo 269, dopo il comma 1 è aggiunto il seguente:
“1-bis. Il diritto di copia senza certificazione di conformità non è dovuto dalle parti che si sono costiuite con modalità telematiche ed accedono con le medesime modalità al fascicolo”;
c) all'articolo 263, dopo il comma 1 è aggiunto il seguente:
“1-bis. Le disposizioni di cui all'articolo 269, comma 1-bis, si applicano anche al processo tributario telematico”.

Previste dal comma 606 riduzioni di 1/3 per gli importi spettanti al difensore, all'ausiliaro del magistrato, al consulente tecnico e all'investigatore privato, nonchè l'aumento da 8 euro a 27 euro dell'importo della marca da bollo per l'iscrizione della causa a ruolo.

Comma 606
Al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n.115, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all'articolo 30, comma 1, le parole: “euro 8” sono sostituite dalle seguenti: “euro 27”;
b) nel capo V del titolo VI della parte III, dopo l'articolo 106 è aggiunto il seguente:
“Art. 106-bis. (L) (Compensi del difensore, dell'ausiliario del magistrato, del consulente tecnico di parte e dell'investigatore privato autorizzato). -1. Gli importi spettanti al difensore, all'ausiliario del magistrato, al consulente tecnico di parte e all'investigatore privato autorizzato sono ridotti di un terzo.”


Il comma 607 prevede, infine, che l'aumento della  marca da bollo e la riduzione delle liquidazioni si riferiscono rispettivamente ai procedimenti iscritti a ruolo e i cui onorari vengono liquidati dopo l'entrata in vigore della legge (1 gennaio 2014)

Comma 607
Le disposizioni di cui al comma 606, lettera a), si applicano ai procedimenti iscritti a ruolo successivamente alla data di entrata in vigore della presente legge. Le disposizioni di cui al comma 606, lettera b), si applicano alle liquidazioni successive alla data di entrata in vigore della presente legge.

Facebook Twitter More...