HOME PAGE‎ > ‎RUBRICHE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Convertito in legge il DL semplificazioni: le principali novità

pubblicato 04 apr 2012, 08:43 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 05 giu 2012, 07:45 ]

In data odierna La Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5 recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo (più noto come decreto semplificazioni), già approvato dal Senato con modifiche rispetto al testo originario proposto dal Governo.

Tra gli allegati inseriamo il testo aggiornato della conversione. Di seguito indichiamo le principali novità previste:

Fondi imprevisti e caro-benzina

E' stato ripristinato il meccanismo che impone all'Agenzia delle Dogane di incrementare l'aliquota sui carburanti per reintegrare "in pari misura" risorse eventualmente prelevate dal fondo stesso per eventi imprevisti come le calamità naturali.

Telecomunicazioni

L'Agcom dovrà individuare entro 4 mesi le misure volte a raggiungere due obiettivi: disaggregare i costi per l'accesso all'ingrosso alla rete fissa dal costo del servizio di attivazione della linea stessa e del servizio di manutenzione e rendere possibile per gli operatori di potersi rivolgere ad aziende terze per servizi accessori e manutenzione.

Scuola

L'organico della scuola, a partire dal prossimo anno scolastico, verrà fissato ogni tre anni "sulla base della previsione dell'andamento demografico della popolazione in età scolare" ma "nei limiti dei risparmi di spesa accertati" nello stesso settore scuola. Entro 60 giorni dovranno poi essere approvate le linee guida per il potenziamento dell'autonomia scolastica.

Il ministero dell'Economia (Monopoli dello Stato) entro 180 giorni è chiamato a "verificare la possibilità di emanare misure in materia di giochi pubblici utili al fine di assicurare maggiori entrate". Le "eventuali maggiori entrate" saranno destinate all'attuazione dell'autonomia scolastica.

Pubblica Amministrazione

A partire dal primo gennaio 2014 nella pubblica amministrazione utilizzerà "esclusivamente" i "canali e i servizi telematici" compresa la "posta elettronica certificata".

Le amministrazioni, entro tre mesi dall'entrata in vigore del decreto, avranno l'obbligo di pubblicare sul proprio sito i codici Iban per effettuare i pagamenti on line di multe, rette della mensa scolastica, ticket sanitari. 

Imposta di bollo

Il pagamento delle imposte di bollo sarà fatto per via telematica anche con carte di credito, debito e prepagate con conseguente eliminazione dei pagamenti che prevedono la marca da bollo.

Immigrati

Dal 2013 non saranno più richiesti i certificati per le procedure connesse alle leggi sull'immigrazione (come permessi di soggiorno e ricongiungimenti familiari). Tali informazioni saranno, infatti, acquisite d'ufficio.

Anagafe

Prevista l'introduzione del cambio di residenza in tempo reale con eliminazione dei tempi di attesa, procedure anagrafiche e di stato civile più veloci. La carta di identità e i documenti di riconoscimento scadranno il giorno del compleanno.

Auto

Il bollino blu che oggi deve essere rinnovato annualmente sarà contestuale alla revisione dell`auto che avviene la prima volta dopo quattro anni e poi con cadenza biennale. Previsti tempi più brevi per il rinnovo delle patenti di guida degli ultraottantenni con visita  effettuata dal medico monocratico e non più dalla Commissione medica. Il contrassegno invalidi sarà valido su tutto il territorio nazionale.

Agenda digitale 

Previsti interventi per la realizzazione di infrastrutture tecnologiche per servizi digitali, il potenziamento delle applicazioni di amministrazione digitale (e-government), la promozione della diffusione di architetture di cloud computing per le attività e i servizi delle Pubbliche Amministrazioni, nonchè per favorire l'accesso alla rete internet in grandi spazi pubblici collettivi.

Ċ
Emilio Curci,
04 apr 2012, 08:43
Comments