HOME PAGE‎ > ‎RUBRICHE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Approvato il decreto sviluppo dal Consiglio dei Ministri

pubblicato 09 mag 2011, 01:59 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 09 mag 2011, 02:19 ]
In data 5.05.2011 il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto sviluppo il cui testo integrale pubblichiamo tra gli allegati.

Si segnalano di seguito le novità più significative:

- Istituzione dell’Agenzia nazionale per la regolazione e la vigilanza in materia di acqua.

E' un organismo indipendente a tutela dei cittadini, con la funzione di regolazione del mercato nel settore delle acque pubbliche e di gestione del servizio pubblico locale idrico integrato.

- Riduzione degli organi burocratici 

E' prevista una riduzione degli organi burocratici e dei relativi oneri anche in riferimento alla normativa sulla privacy. Viene istituita la carta d'identità elettronica contenente tutti i dati del titolare in un chip, valida 10 anni per gli adulti e 3 anni per i minorenni.

- Interventi per il rilancio dell’edilizia

Vengono proposti un nuovo "piano casa", alcuni incentivi alle regioni per interventi di demolizione e ricostruzione e la possibilità di un premio di volumetria (10%) per gli edifici non residenziali. Gli appalti  per opere pubbliche di importo fino a 1 milione di euro potranno essere assegnati senza gara. Previsto il silenzio-assenzo di 90 giorni (aumentato a 180 per città oltre i 100mila abitanti) per il rilascio di permessi a costruire in assenza di vincoli ambientali, paesaggistici o culturali. 

- Interventi di natura fiscale 

Sono previsti numerosi interventi di semplificazione fiscale in favore di imprese e cittadini.
Tra gli altri l'istituzione di un regime di contabilità semplificata per le imprese di servizi (400mila euro) e per le altre imprese (700mila euro), il riconoscimento di un credito d’imposta (per gli anni 2011, 2012 e 2013) di 300 euro finanziato con fondi europei per incentivare l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati (lavoratori che hanno perso il lavoro o di età superiore a 50 anni) nel Mezzogiorno. Vi sarà anche il riconoscimento di un credito d’imposta (per gli anni 2011 e 2012) in favore delle imprese che investono in ricerca scientifica.

- Interventi sulla scuola

Varato un piano triennale per l’immissione in ruolo del personale della scuola.

- Altre misure

Previsti inoltre interventi per favorire il turismo  nei territori costieri tra cui il diritto di superficie delle spiagge fissato in 90 anni, l'istituzione di un fondo per il merito nel sistema universitario e nuove misure per garantire l’operatività del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco.
Ċ
Emilio Curci,
09 mag 2011, 02:19