HOME PAGE‎ > ‎IL PROGETTO‎ > ‎

LA TUTELA DEI NON ABBIENTI

La nostra missione è quella di garantire a tutti coloro che ne facciano richiesta un equo accesso alla giustizia, senza creare discriminazioni di sorta tra chi abbia i mezzi economici per affrontare le controversie legali e chi invece non possa disporne.

Per tali motivi, nel rispetto del diritto alla difesa di cui all'art. 24 della Costituzione italiana, i nostri professionisti, nelle ipotesi di soggetti "non abbienti" che rientrino nei limiti di reddito di cui al DPR 115/2002, hanno scelto di offrire sempre in loro favore la propria assistenza giudiziale con il beneficio dell'ammissione al patrocinio a spese dello Stato evitando così di onerare chi non possa permettersele di spese e anticipazioni necessarie per l'espletamento di una determinata attività legale.


Ai sensi della vigente normativa italiana è possibile accedere a tale beneficio unicamente con riferimento all'attività giudiziale (civile, penale, amministrativa e tributaria), rimanendo, perciò, esclusa da tale sistema quella di tipo stragiudiziale.

In ogni caso, al fine di valutare la potenziale sussistenza dei requisiti per ottenere l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato il nostro studio offre a tutti il servizio gratuito di valutazione preventiva dei requisiti per l'ammissibilità dell'istanza al quale è possibile accedere cliccando su questa pagina e inserendo i propri dati.

Per approfondimenti sul patrocinio a spese dello Stato e sulla disciplina normativa che lo regolamenta è, invece, possibile cliccare su questa pagina.