HOME PAGE‎ > ‎FAQs‎ > ‎

Un mio vicino di casa ha detto di avermi denunciato. Come posso sapere se è vero ?

pubblicato 03 gen 2014, 09:41 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 03 gen 2014, 09:41 ]
Gentile signore, nel suo caso, ma in tutti quelli in cui non si ha la certezza che nei propri confronti sia stata presentata una denuncia o una querela è possibile tenere conto dei seguenti suggerimenti.

Generalmente il primo passaggio fondamentale è quello dell'identificazione e, dunque, in caso di denuncia o querela la Polizia o i Carabinieri competenti in base al luogo di residenza provvedono a contattare la persona denunciata e, appunto ad identificarla per avere la certezza che sia la stessa contro cui sia stata appunto proposta la denuncia o la querela.

Può capitare, comunque, anche che passi un pò di tempo dal momento della denuncia e, dunque, il fatto che non si venga identificati entro breve non corrisponde ad avere la certezza che contro di sè non sia stato proposto nulla.

In ogni caso, quando la notizia di reato (comunicata appunto con denuncia o querela) giunge all'autorità giudiziaria viene aperto un fascicolo e assegnato un numero (che si chiama RGNR).

Per verificare se esiste un fascicolo a proprio nome è possibile rivolgere un'istanza ai sensi dell'art. 335 del Codice di Procedura penale, presso la procura della Repubblica competente per territorio (generalmente il luogo di residenza della persona denunciata ovvero del luogo ove il presunto reato sarebbe avvenuto) personalmente o tramite avvocato.

In tal caso dopo qualche giorno dalla richiesta la procura rilascerà un certificato dal quale risulterà o meno l'esistenza del procedimento (o dei procedimenti) a proprio carico con tanto di indicazione del giudice che ha in carico il fascicolo e del numero di RGNR.

Rivolgendosi al nostro studio è possibile richiedere questo tipo di servizio. Talune procure accettano anche richieste inoltrate per via telematica.