HOME PAGE‎ > ‎FAQs‎ > ‎

Lavoravo alle dipendenze di una ditta che è fallita. Ho speranze di recuperare i miei stipendi arretrati ?

pubblicato 28 mar 2013, 10:34 da Emilio Curci
Non è possibile prevedere con precisione cosa potrà recuperare all'esito di un fallimento poichè questo dipende da una serie di cose tra cui l'esistenza e l'entità di beni in capo al fallito, dalla vendita dei quali sarà possibile ricavare delle somme liquide da distribuire ai creditori.

In ogni caso i crediti da lavoro subordinato sono di natura "privilegiata", cioè vuol dire che devono essere soddisfatti prima di altri (es: prima dei crediti dei fornitori).

Subito dopo il fallimento dovrà, comunque, presentare un'apposita domanda di ammissione al passivo per essere inserito nell'elenco dei creditori che dovranno essere pagati alla fine della procedura fallimentare.

Nel frattempo, se verrà regolarmente ammesso al passivo potrà beneficiare del fondo istituito presso l'INPS che riconosce a tutti i lavoratori di ditte dichiarate fallite (o ammesse a concordati preventivi) le ultime tre mensilità (prima del fallimento se non pagate) ed il TFR (trattamento di fine rapporto).