HOME PAGE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Unioni civili: pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto di attuazione

pubblicato 2 ago 2016, 00:59 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 27 mar 2017, 02:18 ]
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28.07.2016 è stato pubblicato il DPCM del 23 luglio 2016, n. 144, rubricato come "Regolamento recante disposizioni transitorie necessarie per la tenuta dei registri nell'archivio dello stato civile, ai sensi dell'articolo 1, comma 34, della legge 20 maggio 2016, n. 76".

Il regolamento di fatto contiene le disposizioni di attuazione per la regolare costituzione delle unioni civili disciplinate appunto dalla legge n. 76/2016.

In particolare vengono disciplinate le modalità di presentazione della domanda di costituzione dell'unione, il contenuto della dichiarazione che le parti devono rendere dinanzi all'ufficiale di stato civile, nonché gli adempimenti successivi che devono essere effettuate dagli uffici anagrafici dei Comuni.

Ricevuta la dichiarazione gli uffici anagrafici procedono alla annotazione nell'atto di nascita delle parti costituenti l'unione, ad aggiornare le rispettive schede anagrafiche e ad iscrivere l'accordo nel registro provvisorio delle unioni civili istituito presso ciascun comune.

L'Ufficiale dello stato civile rilascia il documento attestante la costituzione dell'unione, recante i dati anagrafici delle parti, l'indicazione del regime patrimoniale e della residenza, oltre ai dati anagrafici ed alla residenza dei testimoni.

Nei documenti e negli atti in cui è prevista l'indicazione dello stato civile,  sono riportate, a richiesta degli interessati, le formule: «unito civilmente» o «unita civilmente».

Con apposito decreto del Ministro dell'Interno, da emanare entro 5 giorni dall'entrata in vigore del regolamento, saranno, infine, approvate le formule da utilizzare per la redazione degli atti di stato civile.