HOME PAGE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Il Ministero dell'Interno precisa che gli autovelox devono essere sempre correttamente segnalati

pubblicato 14 mag 2012, 00:56 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 05 giu 2012, 07:40 ]

Il Ministero dell'Interno con parere del 30.03.2012, sollecitato a seguito di richiesta rivoltagli da un Comune ha precisato che "La visibilità delle postazioni con dispositivi automatici di rilevamento a distanza della velocità senza la presenza dell'agente accertatore, può essere garantita con la collocazione su di esse - nel caso di specie - sopra il box - di un segnale di indicazione riportante il simbolo dell'organo di polizia operante conforme a quelli previsti dall'art. 125 Reg. Esec. C.d.S. ovvero una breve iscrizione della denominazione del corpo o servizio di polizia operante se non riconoscibile attraverso uno specifico simbolo".

Non solo, ma addirittura, nel caso di specie il Ministero ha consigliato quale soluzione adottare per l'eliminazione del problema ed, ossia, stante la presenza di piloni di cemento ostacolavano la visibilità della postazione, ha suggerito di spostare la postazione stessa o, in alternativa, di apporre il segnale nelle immediate vicinanze (pochi metri) prima del box contenente il dispositivo di controllo, eventualmente in aggiunta a quello apposto sopra il medesimo box.

Con questo importante chiarimento, dunque, il Ministero, una volta per tutte chiarisce che, pur essendo possibile una contestazione delle infrazioni relative al superamento della velocità pur in assenza dell'agente accertatore è consentita soltanto nei casi in cui l'apparecchio sia visibile e ben segnalato.

Tra gli allegati viene riportato il testo del parere reso dal Ministero
Ċ
Emilio Curci,
14 mag 2012, 00:56
Comments