HOME PAGE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Circolare del CNF sull'attuazione della mediazione

pubblicato 26 giu 2010, 01:27 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 02 gen 2011, 02:52 ]

"L’avvocatura non è contraria al sistema della conciliazione pre-contenziosa, prevista dalla direttiva comunitaria, ma è contraria ad un sistema che così come congegnato, non è in grado di funzionare e, se messo in atto senza i correttivi suggeriti, avrà un impatto negativo sull’accesso alla giustizia e sulla difesa dei diritti”

Utilizza queste parole il Presidente del Consiglio nazionale forense, Guido Alpa nella circolare n. 18-C/2010 indirizzata ai presidenti dei Consigli degli Ordini, all’Oua e alle associazioni forensi e inviata per conoscenza al ministro della giustizia Angelino Alfano, ai presidenti di Camera e Senato e ai presidenti delle commissioni giustizia dei due rami del Parlamento, per fare il punto sulla attuazione del discusso decreto delegato 28/2010 che ha disciplinato la introduzione del mediazione, prevedendola come obbligatoria per alcune materie e stabilendo che, presso ogni tribunale, il Consiglio dell’Ordine può costituire un organismo di conciliazione.


Le perplessità da sempre avanzate dal Cnf al ministero della giustizia, pur nell’ottica di una collaborazione istituzionale, e che hanno riguardato sia il profilo legislativo che quello organizzativo (legato agli oneri non solo finanziari che gravano sui Coa), sono tutt’ora sul tappeto e il timore espresso da Alpa è che esse possano far implodere il sistema, facendo ricadere sull’avvocatura il suo mancato funzionamento e permettendo agli altri Ordini professionali “di occupare tutti gli spazi possibili”, provocando “un danno incalcolabile e irrimediabile agli avvocati e all’immagine stessa dell’avvocatura”. 

Nella circolare, il presidente segnala le opportune modifiche normative e indica ai presidenti degli Ordini le opzioni aperte per la redazione dei regolamenti da parte degli Organismi di conciliazione.

In allegato alla circolare, agli stessi destinatari è stato inviato un dossier, predisposto dal gruppo di lavoro sulla conciliazione coordinato dal consigliere Fabio Florio, che da conto di tutte le iniziative assunte dal Cnf presso il ministero della giustizia sia in occasione dell'approvazione del testo di legge (articolo 60 della legge 69/2009), sia del decreto delegato (dlgs n.28/2010) sia del testo, tuttora in formazione, del decreto ministeriale di attuazione.

Nel dossier sono anche segnalate le proposte e le critiche elaborate dagli Ordini e dalle Associazioni.

Tra gli allegati il testo della circolare ed il dossier.

Fonte: Consiglio Nazionale Forense
Ċ
Emilio Curci,
26 giu 2010, 01:44
Ċ
Emilio Curci,
26 giu 2010, 01:38