HOME PAGE‎ > ‎Bacheca‎ > ‎

Agenzia delle Entrate: nuovi modelli e nuove sanzioni per gli studi di settore 2012

pubblicato 22 giu 2012, 01:50 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 22 giu 2012, 01:52 ]
A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 16 giugno 2012 il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 13 giugno 2012 di approvazione dei correttivi ''crisi'', l'Agenzia delle Entrate ha reso disponibili sul proprio sito i nuovi 206 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore per il periodo di imposta 2011.

Tra le altre novità si segnala la nuova veste grafica a pagina intera al fine di semplificarne la lettura. Tutti i modelli e le relative istruzioni sono disponibili gratuitamente, in formato elettronico, sul sito internet dall'Agenzia delle Entrate e possono essere utilizzati, purche', in fase di stampa, siano rispettate le caratteristiche tecniche previste nell'allegato al provvedimento.

Differenza di maggior rilievo, rispetto al passato è però rappresentata dalle sanzioni più elevate previste per i contribuenti che non dichiarano correttamente i dati richiesti per l'applicazione degli studi di settore. 

L'omessa presentazione del modello comporta, infatti, una sanzione amministrativa pari a 2.065 euro, che corrisponde al massimo importo previsto per le violazioni relative al contenuto e alla documentazione delle dichiarazioni (articolo 8, comma 1, del Dlgs 471 del 1997). 

Infine, in caso di accertamento effettuato sulla base delle risultanze degli studi di settore, la sanzione massima e minima, prevista in caso di dichiarazione infedele su redditi, Iva e Irap, e' aumentata del 50% quando viene omessa la presentazione del modello di comunicazione dei dati rilevanti per l'applicazione degli studi di settore.

Comments