No a responsabilità per l'investimento se condotta del pedone è eccezionale ed imprevedibile

pubblicato 10 gen 2014, 10:57 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 10 gen 2014, 10:58 ]
Cassazione penale , sez. IV, sentenza 31.07.2013 n° 33207

Il conducente del veicolo, oltre a dover rispettare le norme generiche di prudenza ed ex art. 140 C.d.S., ha altresì l’obbligo di prevedere le eventuali imprudenze e trasgressioni degli altri utenti della strada e di cercare di prepararsi a superarle senza danno altrui. Il conducente del veicolo può essere esente da responsabilità, in caso di investimento del pedone, solo qualora la condotta del pedone configuri, per i suoi caratteri, una vera e propria causa eccezionale, atipica, non prevista né prevedibile, che sia stata da sola a produrre l’evento.