Concorrenza illecita su Facebook quando l'utilizzo di un marchio altrui ingenera confusione

pubblicato 11 nov 2011, 02:14 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 11 nov 2011, 02:14 ]
Tribunale Torino, ordinanza 07.07.2011 

In altre e più chiare parole: sarà verissimo che il socio fondatore di un Gruppo Facebook è l'unico soggetto che secondo le regole del social network può regolamentare e modificare il proprio Gruppo, ma ovviamente in ciò si dovrà attenere al rigoroso rispetto di tutte le norme dell'ordinamento, incluse quelle che proteggono nomi e segni distintivi altrui.
Diversamente opinando, si finirebbe paradossalmente per legittimare la creazione di personalità fasulle e l'apertura di gruppi ad essa collegate da parte di chi si attribuisca falsamente le generalità, magari celebri, di un'altra persona, sol che abbia creato per primo il profilo sul social network.
Ċ
Emilio Curci,
11 nov 2011, 02:14
Comments