Non sono immediatamente esecutivi i provvedimenti di modifica delle condizioni di separazione o divorzio

pubblicato 09 mag 2011, 10:25 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 09 mag 2011, 10:30 ]
Corte di Cassazione, sentenza 27 aprile 2011, n. 9373

Rimangono peraltro estranei alla previsione tanto la disciplina dei procedimenti di modifica del regime di divorzio, inserita nell'art. 9 l. n. 8 98, quanto quella dei procedimenti di modifica delle condizioni di separazione di cui all'art. 710 c.p.c. Entrambi gli articoli richiamano espressamente la disciplina dei procedimenti in camera di consiglio (art. 737 ss. c.p.c.), e di essa, dunque, anche la previsione dell'esecutorietà, solo ad opera del giudice (art. 744 c.p.c.).
È da ritenere dunque che i provvedimenti di modifica delle condizioni di separazione (e di divorzio), non siano immediatamente esecutivi.
Ċ
Emilio Curci,
09 mag 2011, 10:30