Niente addebito a chi abbandona casa per i continui litigi con la suocera

pubblicato 26 feb 2011, 03:51 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 04 ago 2011, 06:34 ]
Cass. Civ. sez. I Ord. 24 febbraio 2011 n. 4540

Niente addebito della separazione al coniuge che abbandona la casa coniugale a causa dei continui dissidi con la suocera convivente. La "sanzione" è esclusa anche quando non ci sono violenze o tradimenti che giustificano l'allontanamento. Lo ha ribadito la Cassazione con l'ordinanza 4540/2011 secondo la quale il semplice allontanamento volontario non è sufficiente per l'addebito dal momento che il giudice deve verificare se la violazione ha assunto efficacia causale nella determinazione della crisi coniugale, ovvero se essa sia intervenuta quando era già maturata una situazione di intollerabilità della convivenza.

Tra gli allegati il testo integrale dell'ordinanza
Ċ
Emilio Curci,
26 feb 2011, 03:56
Comments