Fondo patrimoniale: ipoteca illegittima solo se il debito è estraneo ai bisogni della famiglia

pubblicato 07 mar 2013, 02:33 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 07 mar 2013, 02:38 ]
Corte di cassazione - Sezione III civile - Sentenza 5 marzo 2013 n. 5385

Qualora il coniuge ha costituito un fondo patrimoniale familiare conferendovi un suo bene agisca contro il suo creditore chiedendo, in ragione della sua appartenenza al fondo, la declaratoria, ai sensi dell’articolo 170 del Cc, della illegittimità dell’iscrizione di ipoteca che egli abbia fatto sul bene, deve allegare e provare che il debito per cui sia stata iscritta l’ipoteca è stato contratto per uno scopo estraneo ai bisogni della famiglia e che il creditore era a conoscenza di tale circostanza.
Tali oneri sussistono anche in relazione all’iscrizione di ipoteca ai sensi dell’articolo 77 del Dpr 602/1973.