Assegno di mantenimento, figlio maggiorenne non economicamente autosufficiente

pubblicato 02 gen 2011, 03:16 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 04 ago 2011, 07:31 ]
Cass. Civ. Sez. I - sentenza n. 23590 del 22 novembre 2010

Il diritto del coniuge separato di ottenere dall'altro coniuge un assegno per il mantenimento del figlio maggiorenne convivente è da escludere quando quest'ultimo abbia iniziato ad espletare un'attività lavorativa, così dimostrando il raggiungimento di un'adeguata capacità e determinando la cessazione del corrispondente obbligo di mantenimento da parte del genitore; né assume rilievo il sopravvenire di circostanze ulteriori che, pur rendendo il privo di sostentamento economico e quindi non più economicamente autosufficiente, non possono far risorgere un obbligo di mantenimento i cui presupposti siano già venuti meno.

Tra gli allegati il testo integrale della sentenza
Ċ
Emilio Curci,
02 gen 2011, 03:19
Comments