Cassazione civile , sez. II, sentenza 28.04.2010 n° 10204

pubblicato 20 gen 2011, 01:01 da Emilio Curci   [ aggiornato in data 04 ago 2011, 07:29 ]
L’attività dell’amministratore di condominio connessa allo svolgimento dei suoi compiti istituzionali e non esorbitante il mandato con rappresentanza non va retribuita a parte, essendo compresa nel corrispettivo stabilito al momento del conferimento dell’incarico; diversamente, invece, l’attività di “straordinarietà qualificata” merita un compenso extra.
Ċ
Emilio Curci,
20 gen 2011, 01:04